Storia del Cristianesimo e della Chiesa

Il ''Vangelo di Giuda''. Un misterioso testo ritrovato che getta un po' di luce su alcuni aspetti misconosciuti dello gnosticismo cristiano
di GUSSO Massimo

conferenza presso la Biblioteca Civica di Vittorio Veneto 6 ottobre 2006 Quello di Giuda è un vangelo apocrifo di ispirazione gnostica, scritto in copto verso la metà del II secolo, forse a partire da un testo greco andato perduto. L'attribuzione pseudoepigrafa è quella dello stesso Giuda Iscariota, che nella vulgata tradizionale figura come l'apostolo traditore. Questo vangelo invece discolpa l'apostolo Giuda, precisando come lo stesso Gesù gli avesse chiesto di tradirlo per aiutarlo a liberarsi dei suoi vincoli umani e raggiungere la perfezione. Descrive la cosmologia gnostica fatta da Gesù in una rivelazione privata a Giuda, ritenuto il più degli apostoli. Il manoscritto perduto per secoli è stato ritrovato presso al-Minya (Egitto) nel 1978.

 
| Pagine: 108-131 |   Anno: Q0009-008 | | Link |
Circolo Vittoriese di Ricerche Storiche - cf 93001500268
31029 - Vittorio Veneto (TV) - www.circolovittoriese.it