Colle Umberto-Cordignano

Dai Libri dei Morti della Parrocchia di San Tomaso di Colle
di Lucheschi Maurizio

Comunicazione agli Atti del Convegno.
Maurizio Lucheschi si occupa dei Libri dei Morti della Parrocchia dell'attuale Colle Umberto, dal 1656 al 1862. In tali libri venivano annotate le sepolture di coloro che morivano nella parrocchia, sia del posto che stranieri, con qualche annotazione che talora risulta di grande interesse. Abbiamo per esempio al 19 giugno del 1677 l'annotazione di un trentenne morto, che Dio ci guardi, essendo stato colpito da saetta caduta sopra il campanile, mentre sonava le campane. O la nota sulle morti per vaiolo o per incidenti, diremmo oggi, da lavoro, sotto la rosta del molin, o caduto nel pozzo tirando su un secchio, o colpito da una pietra mentre riparava un edificio. C'è la notizia pietosa sulla povera mentecatta, montata sopra una finestra delle più alte da cui da pazza come era si precipitò. Nell'agosto del 1815 una chiara descrizione di morte da rabbia causata dal morso di un gatto. Il disgraziato morì scoppiato il venefico miasma nella gola per cui abborriva la bevanda d'acqua, preso da orribile delirio. Insomma, quella di Lucheschi è una interessantissima disamina di questa serie lunghissima di annotazioni che fotografa come in una pellicola la storia di una comunità dal punto di vista singolare e terribile del momento del decesso dei suoi componenti.

 
| Pagine: 643-652 | | Editore: De Bastiani Anno: 2012 |
Circolo Vittoriese di Ricerche Storiche - cf 93001500268
31029 - Vittorio Veneto (TV) - www.circolovittoriese.it