Storia della Medicina e della Farmacia

L'epidemia bovina del 1761
di Giorgio Zoccoletto

Relazione presentata al Convegno. Giorgio Zoccoletto, portandoci ad osservare le zoonosi, le malattie degli animali, ci offre una importante selezione documentale sulle vicende che caratterizzarono l'afta epizootica che sterminò il patrimonio zootecnico friulano dal 1759, provenendo dai Balcani, con culmine nel 1761.
La documentazione presente negli archivi della Serenissima, mostra le difficoltà incontrate dalla Luogotenenza del Friuli. Una provvidenziale attenzione da parte delle autorità dell'area Trevisana assicurò invece la salvaguardia del patrimonio zootecnico di quella zona preservata dal catastrofico sterminio degli animali in Friuli, nel Polesine e nel Veronese, dove si verificò tra l'altro la definitiva scomparsa delle razze bovine autoctone.

 
| Pagine: 351-398 | | Editore: De Bastiani Anno: 2012 |
Circolo Vittoriese di Ricerche Storiche - cf 93001500268
31029 - Vittorio Veneto (TV) - www.circolovittoriese.it