Storia dell'Arte: Pittura

Arte dai luoghi della Speranza e della Grazia
di Mies Giorgio

Relazione presentata al Convegno. Giorgio Mies, con il suo contributo Arte dai luoghi della Speranza e della Grazia, ci introduce – attraverso l'arte, appunto – alla trasposizione per immagini della speranza umana, dai primi ex voto paleoveneti alle figure salvifiche cristiane, la Madonna della Salute, per tutte, ipostasi forse della mamma di tutti gli uomini, la Madre per eccellenza.
Anche qui vien necessario parlare della peste, malattia che ha afflitto gli uomini da quando c'è trasmissione delle notizie e degli eventi.
Sull'esempio veneziano della Chiesa dedicata alla Madonna della Salute, nel Vittoriese venne ampliato e restaurato a partire dal 1631 il Santuario di Santa Augusta, oltre al Santuario della Madonna della Salute a Costa.
Ma anche il culto dei Santi taumaturghi sembra altrettanto importante, sul piano della rappresentazione artistica: Santa Augusta stessa si ritrova spesso ritratta, da sola o assieme al già ricordato San Rocco, così come accade al gruppo dei Santi ausiliatori, campione dei quali è Sant'Antonio Abate. Anche Santa Lucia ha il suo spazio artistico, assieme a San Cristoforo, a Santa Barbara e a molti altri.
Diverse immagini di quadri e affreschi studiati nel lavoro di Mies sono pubblicati a colori nelle pagine centrali del volume.

 
| Pagine: 299-318 | | Editore: De Bastiani Anno: 2012 |
Circolo Vittoriese di Ricerche Storiche - cf 93001500268
31029 - Vittorio Veneto (TV) - www.circolovittoriese.it