Storia Cenedese-Serravallese

Le molte strade di Serravalle nel Settecento
di ZOCCOLETTO Giorgio

Giorgio Zoccoletto, Le molte strade di Serravalle nel Settecento (199-226).
Questo lavoro studia le diverse strade di Serravalle nel Sette-cento veneziano, attingendo allo straordinario patrimonio documentale conservato presso l’Archivio di Stato di Venezia (filze Senato-Terra), evidenziando il grande interesse della Serenissima per la viabilità dell’area, su cui si diramavano la strada della Muda (1700-1738), la strada lungo il lago di Santa Croce (1738-1742), quella da Cima Fadalto a Termine di Cadore (1754-1765), il Menare ex Mellarè (1765-1773) cioè l’attuale tratto iniziale dell’Alemagna moderna, la strada di San Boldo (1773-1775), la strada del Sale (1775), quella detta Reda del Crajo (1776-1777), la strada della Levada (1785-1786), la strada del vescovo (1786), cioè la via che con-duce al castello vescovile, e infine la strada a pedaggio (1793-1797): era quest’ultima la vecchia strada da Termine di Cadore a Serravalle, che si propose di riattare e poi di trasformare i strada a pagamento, senza che il progetto trovasse reale realizzazione a causa della caduta della Repubblica e dell’invasione francese.

 
| Pagine: 199-226 |   Anno: C2008-016 |
Circolo Vittoriese di Ricerche Storiche - cf 93001500268
31029 - Vittorio Veneto (TV) - www.circolovittoriese.it