Preistoria e Storia Paleoveneta

Divinita' e identita' territoriali nella pedemontana nell'eta' del ferro e romana: geografia fisica, sacra e simbolica
di DE NARDI Sarah

I Veneti antichi manifestano una propria cultura come ci spiega il contributo antropologico firmato dalla ricercatrice Sarah De Nardi su Divinità e identità territoriali nella pedemontana nell’età del ferro e romana: geografia fisica, sacra e simbolica (pp. 27-37).
Scopriamo così che lungo il tragitto che diventerà in seguito la nostra Alemagna si possono ricostruire tracciati di valenza simbolica e culturale per le popolazioni autoctone e come occasioni di incontro per gruppi culturali diversi. Legami tra aree geograficamente distanti quali il Vittoriese, il Cadore e l’Austria si possono indagare grazie alla movimentazione di oggettistica di culto, ex voto, iscrizioni e materiali da corredo funerario.
Un percorso è la cosiddetta via professionale tra Villa di Villa, Castello Roganzuolo e Monte Altare e il sito in sé dello stesso Monte Altare, ricco a quanto pare, se non altro per ragioni di toponomastica, di ascendenze celtiche.
Ma tracce venetiche si ritrovano ad esempio nelle lamine rinvenute nella località di Gurina, in Austria, a testimoniare la contiguità culturale tra Norico e area vittoriese.

 
| Pagine: 27-37 |   Anno: C2008-004 |
Circolo Vittoriese di Ricerche Storiche - cf 93001500268
31029 - Vittorio Veneto (TV) - www.circolovittoriese.it